B. Alessandro Ceva eremita (Torino 1612) fondò il celebre eremo presso Torino, fu per venti anni confessore e consigliere di Carlo Emanuele Duca di Savoia. Rifiutò quattro volte la dignità episcopale, sostenne ardentemente la giustizia e la carità, godette il dono di altissima contemplazione e delle lacrime, ebbe estasi frequenti, predisse il futuro e , vivo e morto, operò guarigioni e prodigi straordinari. Fu amico di papa Paolo V e di San Francesco di Sales. Trenta anni dopo la morte il suo corpo fu ritrovato incorrotto.