Nel 1985 Le Nazioni Unite hanno celebrato il primo Anno Internazionale della Gioventù. Nel suo decimo anniversario, l'Assemblea Generale ha adottato il Programma Mondiale d'Azione per la Gioventù, che ha dato vita ad una struttura politica per l'azione nazionale ed il supporto internazionale, al fine di migliorare la situazione dei giovani. Sono state prese in considerazione dall'Assemblea Generale 15 aree principali, tra cui l'educazione, il lavoro, la fame, l'indigenza, il lavoro, l'abuso di droga, la delinquenza giovanile e la globalizzazione.  Oggi il Programma Mondiale d'Azione per la Gioventù gioca un ruolo rilevante nello sviluppo dei giovani: si concentra sulle misure che vanno a rafforzare le capacità delle Nazioni nel settore dello sviluppo giovanile.  Con il suo lavoro contribuisce ad accrescere la qualità e la quantità delle opportunità disponibili per i giovani, al fine di raggiungere una loro partecipazione attiva, efficace e costruttiva all'interno della società.